La potenza del “lasciare andare”

Pubblicato da ManilaLeo il

Siamo in grado di far fluire i cambiamenti o siamo bloccati nelle relazioni e nei sentimenti? Tutti noi siamo sottoposti a cambiamenti e decisioni, più o meno dolorosi e a volte non riusciamo a staccarci da queste sensazioni.

Cosa sigmnificai “lasciare andare”? Smettere di focalizzarci e dare energia ad una situazione che è in qualche modo improduttiva e nociva per noi stessi.

Ricorda che ogni fine è l’inizio di qualcosa di nuovo e avrà un nuovo finale. Importante è imparare a godere il presente positivamente e piacevolmente. Gli eventi negativi sono temporanei e ci devono aiutare a rafforzare e sviluppare le nostre esperienze.

Due dei principali responsabili del dolore e della sofferenza umana sono il rancore ed il senso di colpa. Per questo nelle mie sessioni di Coaching cerco di lavorare in questa direzione, portando e focalizzando l’inadeguatezza ad una trasformazione interiore. Aiutare le persone a liberarsi dal dolore che genera il rimanere legati a situazioni che ormai sono successe e niente e nessuno potrà mai cambiare.

Responsabile del rancore è l’aver aspettative sugli altri, allora ci impegnamo perché vogliamo vederci riconosciuti il valore e la considerazione e se questa viene a mancare, scatta il risentimento.

Vuoi per l’educazione, per il credo religioso, per il nostro bisogno di sentirci accettati ed amati, ci fa provare un senso di colpa. Due facce della stessa medaglia.

Distacco è la capacità di lasciare andare l’attaccamento al passato, al presente e al futuro, al fluire del tempo lineare stesso e alla nostra identificazione con esso.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.