Counselor? Ma chi è?

Pubblicato da ManilaLeo il

Questa parola ormai di uso comune la sentiamo spesso nominare.

Ma chi è il counselor?

Per cercare di chiarire la professione del Counselor, ti invito a immaginare due linee rette che divergono da un punto di congiunzione.

Da questo punto si dipartono un primo asse lungo il quale si situano le professioni più tradizionalmente legate alla salute mentale (psichiatra, psicoterapeuta e psicologo) e un altro asse lungo il quale si situano le professioni impegnate nel sociale (quali l’assistente sociale  e altre emergenti quali, appunto, quella del counselor).

Naturalmente ci sono delle parziali aree di sovrapposizione trattandosi, in ogni caso, di professioni che hanno a che fare con la relazione di aiuto. Scendiamo un po’ più nel dettaglio…

Il Counselor è una figura che attraverso l’utilizzo della Mindfulness risponde al bisogno di essere ascoltati e di essere sostenuti nella ricerca della propria soluzione e nella conoscenza di sé al fine di ri-attivare le proprie risorse.

Accoglie senza giudizi né critiche.

Lavora sulla delimitazione e riconoscimento di un problema specifico e sulla sua trasformazione. L’obiettivo è allontanare le emozioni distruttive come rabbia, paura, ansia, insicurezza.

Il Counselor è un compagno di viaggio che ti sta accanto per una parte del tuo cammino, è un’arte dove l’umanità dell’operatore si coniuga con le tecniche.

Il Counselor ha l’obiettivo di migliorare la qualità di vita di una persona, sostenendo i punti di forza e la capacità di autodeterminazione.

Offre uno spazio di ascolto e di riflessione dove esplorare difficoltà relative a processi evolutivi, fasi di transizione e stati di crisi. Aiuta a rinforzare la capacità di scelta e di cambiamento. Per saperne di più visita questa pagina.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *